Motivazione: 5 facili metodi per restare motivato quando impari una lingua 1


Motivazione

Motivazione

È inutile nascondersi, imparare una lingua, specialmente se vogliamo impararla bene e non semplicemente superare qualche esamino a crocette, è un’operazione che prende tempo.

 

Si sa, che tutto ciò che prende molto tempo porta problemi di costanza, in quando la motivazione tende a scendere dopo un po’. Specialmente quando ci imbattiamo in qualche aspetto particolarmente difficile, o come dico sempre, quando ci troviamo davanti al “muro” della lingua.

 

Per tutti quelli che si incontrano in una situazione di calo motivazionale, o per chi vuole evitare di arrivare a quel punto, eccovi 5 strategie che possono aiutarvi.

 

  • Personalizza i tuoi studi. 

 

Lo ripeterò sempre, anche se tutti i tuoi insegnanti, corsi e libri ti portano su un percorso predeterminato di studio di grammatical e vocaboli generici, ricorda sempre che tu sei in posizione di commando.

Tu puoi scegliere cosa e come studiare, se ami il calcio, leggiti i giornali di calcio nella lingua che vuoi imparare. Se ami le moto, comprati una rivista di moto. Se ami i film, guardati film. Insomma credo che sia abbastanza chiaro. Tu sei il capo nei tuoi studi, quindi personalizzali secondo i tuoi gusti.

 

I classici corsi non solo sono noiosi ma sono anche inefficienti, pensa a quanta gente studia inglese da 10 anni e ancora non sa costruire una conversazione. Quindi personalizzare i tuoi studi non ti permetterà semplicemente di aumentare la tua motivazione, ma incrementerà anche la qualità dell’apprendimento.

 

  • Fai una pausa

 

Questo è particolarmente utile per gli studenti di qualche scuola. Che prima di un esame, fanno sedute di studio interminabili e questo porta a stress e alla creazione di sentimenti negativi associati alla lingua.

 

Fai una pausa. L’ideale sarebbe fare almeno 5 minuti di pausa ogni 30 minuti di studio (la famosa tecnica Pomodoro), però considera anche l’idea di fare pause più lunghe. Io amo fare delle camminate quando voglio rilassarmi un pochino (la scienza dice che camminare è una mano santa come pausa tra sessioni di studio).

 

Inoltre ci sono dei momenti in cui il nostro cervello fa praticamente fumo, è importante sapere riconoscere quando è inutile continuare a studiare e prendersi il resto del giorno come riposo.

 

Fare pause, non aiuta solo a rilassarsi e mantenere alta la motivazione, ma come spiego nel mio libro, “Impara rapido, impara meglio”, rende lo studio più efficace, perché aiuta ad evitare l’illusione dell’apprendimento.

 

  • Creati degli obbiettivi e scrivili.

 

Spesso la gente non si rende conto dei progressi fatti, e continua a pensare di essere al livello “0”, anche quando in realtà ha fatto un grande salto in avanti.

Specialmente all’inizio è molto utile, dividere il nostro percorso in tanti piccoli passi, e fissarci una serie di obbiettivi. In questo modo potremo verificare che stiamo avanzando, e possiamo ricompensarci per ogni obbiettivo raggiunto.

 

La scienza ci dice che la sensazione di aver raggiunto un obbiettivo è paragonabile a quella provocata da droghe come la cocaina.

 

  • Lavora con amici e altri studenti

 

 

È molto utile costruire un gruppo di persone, in presenza o online, che condividono lo stesso obbiettivo: imparare una lingua. Questo ci può aiutare a praticare la lingua e a mantenerci motivati durante tutta la nostra avventura.

 

Le alter persone possono studiare la nostra stessa lingua o possono essere stranieri che studiano l’italiano. In entrambi i casi è un aiuto.

 

La migliore strategia è convincere persone molto vicine a noi a intraprendere il nostro stesso percorso. Se ad esempio convinci la tua fidanzata/o a studiare la tua stessa lingua, quando guarderai un film in quella lingua, potrete passare del tempo assieme, piuttosto di arrivare a litigare perché non state mai assieme.

 

 

  • Premiati ogni volt ache raggiungi un obbiettivo.

 

So che ho già parlato di questa cosa precedentemente, ma questa cosa è cosi importante che merita la pena essere vista in profondità un pochino.

 

Premiarsi è molto semplice, può essere un semplice complimento fatto a noi stessi (anche mentalmente), può essere una pausa, un dolce o praticamente qualsiasi altra cosa vogliamo, solo la nostra fantasia è il limite a come possiamo premiarci.

 

Considerando la facilità del auto-premio, è sorprendente vedere quanta gente non solo non utilizzi questa strategia. In realtà, la maggior parte della gente non si premia, proprio perché non è capace di vedere i progressi fatti. Ad esempio, succede spesso che qualcuno arriva ad avere una conversazione basica tra mille difficoltà, e piuttosto che essere contento per i progressi fatti e premiarsi, si deprime pensando che non arriverà mai al livello che vuole.

 

Imparare una lingua è un percorso lungo, resta motivato e continua a studiare e ti toglierai molte soddisfazioni, ricordati di quando ti raccontai il più grande segreto per imparare una lingua.

 

Cosa ne pensi di queste tecniche? Ne conosci altre per restare motivato? Fammi sapere la tua opinione nei commenti.

 

Ricordati che se vuoi puoi seguirmi su facebook, cosi come su twitter, su tumblr e su printerest. Cosi come puoi vedere i miei video su youtube, ricordati che iscriverti o lasciare un mi piace, mi aiuta molto a continuare col mio lavoro di divulgazione.

A presto

motivazione


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “Motivazione: 5 facili metodi per restare motivato quando impari una lingua