autostima: come migliorarla e vivere meglio 1


Ti sei mai chiesto cosa sial’autostima e come poterla migliorare? Pensi che la tua autostima sia bassa? Sai cosa fare a proposito di questo?

Puoi anche controllare come auto accettarti se sei interessato.

autostima

L’autostima risponde alla domanda: “Come mi sento a riguardo di me stesso?”. Noi impariamo l’autostima dalla nostra famiglia di origine, non la ereditiamo.

“L’autostima globale (riguardo “chi siamo”) è normalmente costante. Ma l’autostima situazionale (riguardo cosa facciamo) fluttua nel tempo, dipendendo dalle circostanze, ruoli ed eventi. L’autostima situazionale può essere alta in un momento (ad esempio, al lavoro) e bassa in un altro ( ad esempio, a casa).” Dice lo Psicologo e professore universitario Stanley J. Gross.

Un’ autostima bassa è una valutazione negativa di se stessi. Questo genere di valutazione normalmente si verifica quando ci sono delle circostanze nella nostra vita che toccano la nostra sensibilità. Stranley dice “Personalizziamo l’accaduto e l’esperienza fisica, emozionale e cognitiva. Questo è cosi allarmante e confusionario che rispondiamo a questo in una maniera autodistruttiva. Quando succede questo, le nostre azioni tendono automaticamente ad essere impulsive, ci sentiamo scossi e bloccati emozionalmente, la nostra capacità di pensare si restringe, e il nostro amoautostimare per noi stessi di deteriora. Perdiamo il nostro senso di “noi” e ci focalizziamo nell’essere in controllo”

L’ autostima globale comunque, non è scolpita nella roccia. Migliorarla e incrementarla è possibile, ma onestamente non facile. L’ autostima globale cresce quando affrontiamo le nostre paure, e quando impariamo dalle nostre esperienze. In alcuni casi questo lavoro è difficile senza l’aiuto di uno professionista, ma qui sotto vi lascio i consigli che Stranley da:

  • Pratica la cura di te stesso:  Prendi decisioni importanti per il tuo stile di vita, partecipa a gruppi di auto aiuto e fai pratica in prenderti cura di te stesso
  • Identifica i richiami alla tua bassa autostima: noi tutti personalizziamo gli eventi stressanti (es: critiche) deducendone significati negati per noi stessi. Molto spesso ne segue un’azione autodistruttiva. Ogni evento, invece, può essere un’opportunità per imparare qualcosa, se noi affrontiamo le nostre paura e le nostre certezze negative riguardo noi stessi trarremo enorme beneficio da una situazione che altrimenti vivremmo come negativa.
  • Vacci piano col personalizzare. Cerca di essere meno impulsivo nel personalizzare le situazioni. Puoi iniziare a interferire con la personalizzazione automatica di situazioni apparentemente negative, usando e praticando tecniche di controllo dello stRess e di rilassamento. (presto scriverò degli articoli anche su questo punto, quindi continua  a seguirmi)
  • Fermati e prendi nota. Fai attenzione alla familiarità dell’impulso. Se ci fai caso, noterai che tendiamo a reagire esageratamente sempre nello stesso modo a situazioni simili. Prendere coscienza di queste similitudini può essere la chiave per rallentare la nostra reazione automatica.
  • Riconosci la reazione.  Cerca di verbalizzare, ad esempio “ecco ci risiamo, e descrivi le azioni, i sentimenti, i pensieri, ecc”. Riconosci l’azione facendo qualcosa attivamente, piuttosto che notarla passivamente. Come risultato riuscirai a rallentare l’impulso e ti darai la possibilità di sceglier e come reagire alla situazione.
  • Scegli la tua risposta. Trattieni i tuoi impulsi controproducenti. Cerca di agire in una maniera produttiva. Scegliendo di agire in una maniera più funzionale, facciamo un passo in avanti verso l’affrontare le nostre paure.
  • Accetta i tuoi impulsi. Devi essere in grado di riconoscere i benefici (ad esempio, protezione) delle nostre reazioni. Non saremo in grado di farlo all’inizio, ma col tempo e la pratica diventeremo più efficienti,  e inizieremo ad apprezzare cosa i nostri istinti controproducenti e auto distruttivi stanno facendo per noi.
  • Sviluppo di abilità: sviluppando queste poche abilità potrai far un grande salto in Avanti da un punto di vista dell’autostima.:
  • Capisci le sensazioni. Senti le sensazioni del tuo corpo e identifica i tuoi bisogni. Quando non rispettiamo i nostri sentimenti e le nostre sensazioni, ci affidiamo solo a ciò che gli altri vogliono e pensano.
  • Pensieri optativi. Abituati a ricontestualizzare tutto, e il significato di tutto. Dandoci delle opzioni, ci apriamo delle porte a nuove possibilità.
  • Di di no a malintesi e deduzioni. Mantenendo dei limiti personali, riusciamo a scoraggiare abusi da parte di altri. Detachment
  • Asserzione: dai voce a ciò che vedi, senti e vuoi aggiungendo frasi con “io”. Esprimendo i nostri pensieri, sentimenti e desideri in una maniera diretta e onesta, mostriamo al mondo e a noi stessi che siamo al comando della nostra vita.
  • Recettività. Ascolta ciò che dicono gli altri e riesprimilo con altre parole. In questa maniera, agiamo con consapevolezza della nostra contribuzione sugli eventi.
  • Diventa sobrio: se hai problemi di alcolismo o altre dipendenze, iscriviti a un gruppo e segue i 12 passi per eliminare comportamenti autodistruttivi. Identifica gli umori che ti trascinano verso il basso e verso le tue dipendenze, e cerca di sostituirli con qualcosa di utile per te.

 

Cosa pensi di questi consigli su come aumentare l'autostima? fammi sapere se ti sono stati utili o se ne hai degli altri che vuoi condividere con gli altri amici della pagina.
Inoltre come puoi vedere per scrivere gli articoli presenti in questo sito c'è bisogno di molta ricerca, se vuoi aiutarmi ad andare avanti condividi i contenuti sui tuoi social networks preferiti.
Ricordati che se vuoi puoi seguirmi su facebook, cosi come su twitter, su tumblr e su printerest. Cosi come puoi vedere i miei video su youtube, ricordati che iscriverti o lasciare un mi piace, mi aiuta molto a continuare col mio lavoro di divulgazione.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “autostima: come migliorarla e vivere meglio