metodo di studio: 3 passi per studiare bene 3


metodo di studio

METODO DI STUDIO EFFICACE

Molta gente ancora non sa come studiare, e spesso mi sento chiedere “cosa posso fare se non riesco a studiare?” oppure consigli su come studiare all’università, la risposta è molto semplice, basta avere un metodo di studio efficace.

Spesso sentiamo parlare di metodi di studio, ma nella maggior parte di casi i consigli sono sempre gli stessi e soprattutto sono sempre inefficaci, ad esempio:

rileggeremolte volte cosi puoi imparare

sottolineare o evidenziare tutto ciò che è importante

continuare a fare esercizi senza smettere fino a che non diventa facile

ecc.

La maggior parte di questi cosi detti consigli di studio o metodi di studio è che sono dati senza cognizione di causa, sono consigli basati su ciò che qualche persona pensa siano utile. Il problema è che le persone consigliano solo ciò che conoscono e la maggior parte delle persone conosce solo il classico modo di studiare e lo fa passare come un metodo di studio anche se in realtà non lo è.

Cerchiamo allora di vedere ciò che  le ricerche fatte dagli psicologi degli ultimi 150 anni hanno dimostrato.

Rileggere un testo molte volte non aiuta neanche lontanamente quanto tu possa aspettarti, in realtà crea solo l’illusione dell’imparare, di cui parlo meglio in un'altra pagina del sito come studiare, ciò che invece dovremmo fare è trasformare lo studio da totalmente passivo ad attivo, quindi non cerchiamo di leggere il testo troppe volte (studio passivo) ma cerchiamo invece di sforzarci dopo averlo letto, cerchiamo di richiamare tutte le informazioni mentalmente (studio attivo), e cerchiamo di farlo in maniera dettagliata e approfondita, semplicemente pensare “si questo lo so, questo l’ho capito” non serve a moltissimo.

Se vogliamo essere molto efficaci potremmo scrivere un riassuntivo su un altro foglio, ovviamente usando solo ciò che ricordiamo, consultare il libro vorrebbe dire fare un’attività passiva ed è ciò che non vogliamo, come spiego nella pagina di come studiare questo metodo serve per imparare le cose e memorizzare per il lungo periodo non il breve.

leggi anche un'articolo sul metodo di studio della lampada per evitare distrazioni e concentrarti al 100% su ciò che studi

Come ripassare? Sottolineiamo?

Un altro classico errore che fanno gli studenti che siano delle superiori o dell’università è sottolineare o evidenziare tutto il libro. Quando però evidenziamo tutto in realtà non stiamo sottolineando niente. Ma prova a pensare, se sottolineiamo cosa stiamo facendo? Stiamo facilitando un ripasso passivo, perché quando torneremo a studiare il contenuto del libro di testo rileggeremo solo una parte ridotta. Ma questo è studio passivo e già sappiamo che serve solo nel breve termine e il nostro obbiettivo qui è di memorizzare e ricordare il contenuto per molto tempo.

Allora un’alternativa più produttiva al semplice sottolineare è scrivere al lato del testo delle domande. Fai domande sul contenuto del testo, sulle date o sui punti più importanti, cosi quando tornerai a ripassare potrai semplicemente rispondere alle domande, il risultato? Starai rivedendo tutto il contenuto ma di maniera attiva, e questo farà un’enorme differenza.

Spaced Repetition System o dividiamo lo studio nel tempo

Fare la famosa full immersion di studio, porta discreti risultati la notte prima dell’esame ma poi lo sappiamo bene dopo pochi giorni abbiamo dimenticato tutto. Cosa possiamo fare per non dimenticare? Ci sono tecniche di memorizzazione o metodi di studio che servano per questo?

Certo che ci sono, e si incomincia proprio dallo studio attivo che abbiamo visto prima, dopo di che la cosa importante è non limitarsi a prendere familiarità col testo e con il contenuto ma assimilarlo, e questo si fa ritornando sulle informazioni (in maniera attiva come abbiamo detto) diverse volte, all’inizio più frequentemente e col tempo sempre meno.

Prova a pensare alla matematica, tutti sono capaci di fare senza problema somme e sottrazioni perché anche nella vita reale dobbiamo farle continuamente, questa continua esposizione ci fa assimilare il concetto in maniera profonda, mentre invece le Derivate o le Integrali come le usiamo solo a scuola tendiamo a dimenticarle presto. Chi non dimentica le Derivate o le Integrali? Chi le usa per lavoro e le vede costantemente.

scopri cos'éla tecnica del pomodoro che sta facendo innamorare la comunitá scientifica

Quindi se vuoi utilizzare questo metodo di studio, cerca di vedere le informazioni più di una volta, se sono informazioni di contenuto come ad esempio una storia o qualcosa che si possa capire facilmente guardale un giorno dopo averle studiate e dopo tornaci su una settimana dopo, se invece sono informazioni astratte come una data, un termine nuovo o una formula è meglio rivederle per la prima volta pochi minuti dopo lo studio iniziale.

Mischia i problemi.

Un altro problema che vedo spesso con gli studenti quando insegno matematica è che si lanciano su un tipo di esercizi e non passano al tipo successivo fino a che non hanno finito. Questo è limitante, perché stanno semplicemente prendendo familiarità con la meccanica dell’esercizio ma non ne capiscono la logica che ci sta dietro, se invece noi mischiassimo i problemi e gli esercizi a cui siamo esposti, sicuramente all’inizio faremmo più fatica perché non sarebbe cosi facile risolvere un esercizio di cui non sono diventato “esperto”, ma i risultati nel corso del tempo saranno decisamente migliori.

In fin dei conti si tratta di favorire lo sforzo iniziale per avere risultati duraturi nel tempo, piuttosto di cercare di fare il meno possibile oggi per l’esame di domani e dimenticarci tutto la settimana prossima.

Se vuoi maggiori dettagli su questo metodo di studio o vuoi sapere altre tecniche interessanti ed utili, sentiti libero di consultare il mio libro 3 semplici passi per poter studiare, ricordare e memorizzare tutto ciò che vogliamo imparare velocemente, che sia per la scuola, per l'università, per la scuola o per altri aspetti della nostra vita o clicca l'immagine qui sotto

Cosa pensi di questo metodo di studio? fammi sapere se ti è utile o se ne hai altri consigli che vuoi condividere con gli altri amici della pagina.
Inoltre come puoi vedere per scrivere gli articoli presenti in questo sito c'è bisogno di molta ricerca, se vuoi aiutarmi ad andare avanti condividi i contenuti sui tuoi social networks preferiti.

Ricordati che se vuoi puoi seguirmi su facebook, cosi come su twitter, su tumblr e su printerest. Cosi come puoi vedere i miei video su youtube, ricordati che iscriverti o lasciare un mi piace, mi aiuta molto a continuare col mio lavoro di divulgazione.

metodo di studio


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 commenti su “metodo di studio: 3 passi per studiare bene